BIO-BIBLIOGRAFIA


LE OPERE

I falsi amici

La scomparsa di Emidio De Fanis







Armando Francesconi


Armando Francesconi

     Armando Francesconi è nato a Teramo nel 1961. Nel 1990 si è laureato in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Pescara, discutendo una tesi comparata dal titolo: Juan Rulfo e Malcolm Lowry.
     Nel 1997 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Scienza della Traduzione presso la stessa Università. Docente di Lingua Spagnola al Diploma Universitario “Traduttori e Interpreti” di Vasto dal 1997 al 2000. Nel 2002, dopo aver collaborato con zelo con l’Università “D’Annunzio”, viene trasferito alla facoltà di Lettere e Filosofia di L’Aquila in qualità di professore a contratto di Lingua spagnola e Traduzione spagnolo/italiano.
     Nel 2006 vince il concorso pubblico di ricercatore di Lingua spagnola indetto dall’Università di Macerata, dove tuttora insegna.
     Gli piace sottolineare come questo traguardo sia stato raggiunto senza santi protettori e concorrendo da esterno.
     Ha partecipato a numerosi seminari sia come relatore che come organizzatore ed è autore di due monografie, una sulla linguistica contrastiva spagnolo-italiano e l’altra sul linguaggio politico spagnolo; ha pubblicato articoli e saggi su varie riviste scientifiche e ha collaborato alla traduzione di testi spagnoli medievali.
     Ama molto il Medio Oriente e il Sudamerica, dove è stato più volte, e mantiene costanti contatti con la cultura spagnola.
     Resta fortemente radicata in lui la speranza di un’ideale Università italiana, in cui persone “plasmate” e “supportate” non da baroni potenti e “pigmalioni”, bensì dallo studio e dalla ricerca vincano l’accesso ai ruoli senza doversi risolvere a “scomparire”, come il protagonista del suo primo romanzo, il prof. Emidio De Fanis.




Iscriviti alla nostre