BIO-BIBLIOGRAFIA


LE OPERE

Intanto bisognava vivere







Bruno Spadaccini


Bruno Spadaccini

     Bruno Spadaccini, nato a Lanciano (Chieti) nel 1945, vive a Pescara. È autore di numerose opere teatrali drammatiche, tutte rappresentate e da lui dirette.
     Le ultime in ordine di tempo sono: Seguo il mio destino. Claretta Petacci (2009); Vivus in igne mittatur. Giordano Bruno (2010); Secretus, tratto dagli scritti più intimi di Gabriele d’Annunzio (2011); Astor Piazzolla. El Luchador del Tango (2012) riscrittura e regia da un testo di Carla Viola.
     È regista teatrale aderente all’Associazione Italiana Professionisti dello Spettacolo e Cultura (Aipsc).
     Attivo ricercatore del folklore, negli anni Ottanta ha ideato e condotto trasmissioni per reti televisive locali, quali Nghe tutte lu core (1982) e I lupi. Storie di briganti abruzzesi (1987).
     Poeta da sempre, le sue liriche hanno avuto riconoscimenti in prestigiosi concorsi letterari nazionali e internazionali.
     Vincitore del Primo Premio al concorso letterario Nazionale “Raffaele Pellicciotta” (Quinta edizione) - Sezione racconto adulti con L’Ottavo Tiglio (Perano 2005).
     Autore segnalato al Premio Nazionale “Lago Gerundo” (Mi) (Quinta edizione) - Sezione teatro per l’atto unico 1942 Vernichtungslager (Comune di Paullo, Milano 2007).
     Ha pubblicato: Policromo. Francesco Paolo Masciangelo. Una vita tra melodie, spiritualità e poesia (Edi-press, Pescara 1993).
     Intanto bisognava vivere è il suo primo romanzo.

www.brunospadaccini.it




Iscriviti alla nostre