E-COMMERCE

Tabula fati



Casa editrice

La Torre dei Venti



COLLANA

Zefiro



L'AUTRICE

Bio-Bibliografia



LE OPERE

Il martellatore francese







Domenico D'Angelo

IL MARTELLATORE FRANCESE


Il martellatore francese

     Cos’è la Storia? è la domanda inespressa che serpeggia nel fluire impetuoso di personaggi ed episodi, dalla missione nel Sannio nel 1814 per selezionare e marchiare gli alberi destinati alla costruzione di vascelli della Regia Marina Partenopea (da cui il titolo del romanzo), alla vitale frenesia della Napoli odierna.
     La Storia siamo noi, come dice la canzone di De Gregori? Noi che la conserviamo nella memoria e nella fantasia, facendola nostra e trasmettendola in eredità diversa da come l’abbiamo appresa?
     Leggendo quest’opera siamo contagiati dall’ininterrotto mutare dei colori vivacissimi di un affresco: l’integerrimo e razionale tenente di vascello Antoine de Boungaiville, la ferocia primordiale dei banditi, giochi di seduzione e di carte, le implacabili vendette della fortuna, eventi prodigiosi, l’avidità volgare dei latifondisti, borghi feudali, foreste di selvaggia bellezza e fragilità.
     La narrazione ci porta all’unità di un’Italia che ha addosso le ferite e le lacerazioni sociali, economiche, culturali di un’epoca convulsa, la cui storia sembra più frutto dell’estro di uno scrittore, che del rigore di uno studioso; affidata a un’elegante grafia nelle pagine di un volume rilegato in pelle e passato di mano in mano, quasi consumato, ma capace di regalare gli ultimi palpiti di appagante attenzione e lucidità a una straordinaria figura di Signora morente.
     Cos’è la Storia? Forse è una domanda inutile. Basta raccontarla. E renderla così immortale.

     [Andrea Mantelli]




In copertina: Fotografia di © Marco Bosio - Parco Nazionale del Gran Sasso


[ISBN-979-12-80053-12-1]

Pag. 240 - € 14,00



Procedi all'acquisto


Iscriviti alla nostra