TABULA FATI

Catalogo



COLLANA

Proscenio



L'AUTORE

Bio-Bibliografia



LE OPERE

Pseudolo







Tito Maccio Plauto

PSEUDOLO

a cura di Sabatino Ciocca

Presentazione di Edoardo Erba



Pseudolo

     Insoddisfatto delle versioni in commercio, Sabatino Ciocca decide di far da solo e ricomincia dal latino. Sceglie di tradurre in versi, che Ciocca interpreta a modo suo, costruendo versi che non rimano, non sempre perfetti però fluidi, accattivanti, efficaci. Modernissimi.
     Trovo che l’uso del verso permetta al traduttore nel caso di Pseudolus di rimanere più fedele all’originale senza che le battute suonino stantie.
     Nella sua versione poetica Sabatino Ciocca — che è regista ancor prima di traduttore — sembra soprattutto preoccupato di dare teatralità al dialogo. E per teatralità non intendo artificio ma al contrario colore, carattere, verità. Mette insieme l’alto e il basso, il ricercato e il triviale, la parola antica e quella dialettale, per ottenere un tappeto linguistico che incuriosisce, che spiazza, un vero tappeto volante capace di far viaggiare Pseudolus alla velocità dei nostri giorni.
(Edoardo Erba)







[ISBN-978-88-7475-350-5]

Pag. 160 - € 12,00



Ordini


Iscriviti alla nostre