TABULA FATI

Catalogo



COLLANA

Itinerari



L'AUTORE

Bio-Bibliografia



LE OPERE

Carboncini

I gigli della memoria

La città che voleva volare

Nero è il cuore del papavero

Pietra serena







Patrizia Tocci

CARBONCINI

Sguardi e parole

Presentazione di Giovanni D'Alessandro


Carboncini

     Patrizia Tocci è una maga. Non solo una talentuosa romanziera, poetessa, giornalista, fotografa, docente.
     Per averne conferma basta scorrere questi Carboncini i quali, nella varietà di temi trattati, presentano una caratteristica comune: sono percorsi dal sacro fuoco dell’ispirazione e dell’esigenza di riversare su pagina — all’istante, senza filtri — il pensiero, la riflessione, il ricordo, il momento di commozione.
     È questo che fa muovere la maga nel suo antro, dove è intenta, in modo insonne, a distillare inattese alchimie ed a sperimentare formule d’evocazione di realtà parallele.
     Ars longa vita brevis, potrebbe essere l’esergo dei carboni che si fanno braci al suo tocco.
     Il carboncino è un piccolo cilindro di carbone, usato per disegnare velocemente, sfumare disegni, schizzi, ritratti, paesaggi: ognuno ha un suo tono cromatico singolo, ma è proprio l’arcobaleno collettivo che ne nasce — il rammendo che si crea tra l’ uno e l’altro — ad affascinare, a stupire. Un piccolo zibaldone, a cuore aperto.
     I 99 Carboncini sono stati pubblicati per più anni, e con cadenza settimanale, sul quotidiano abruzzese “Il Centro” con cui la scrittrice collabora.



Copertina di Antonello Santarelli


[ISBN-978-88-7475-779-4]

Pagg. 120 - € 10,00



Procedi all'acquisto


Iscriviti alla nostra